LA RESTAURATRICE DI MATRIMONI di DONATELLA DIAMANTI

Informazioni tecniche:

  • Prima edizione: 2010
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Edizione personale: collana Pandora di Sperling & Kupfer
  • L’autrice è anche una sceneggiatrice televisiva, tra i suoi lavori più famosi “La squadra” (serie televisiva Rai Tre)
  • Valutazione personale: 7/10

 

 

Una famiglia distrutta dal dolore, un rapporto madre – figlia da recuperare e un padre incapace di trovare la forza di amare se stesso.

Immacolata è un mimo che ha perso la voglia di recitare, è ormai una donna disillusa. Non è in grado di amare, o almeno lo pensa, e vorrebbe tanto che i suoi genitori siano più uniti.

Dopo la tragica morte del fratello, ancora bambino, la famiglia di Immacolata si è fermata: il padre è ancora alla ricerca dello spettacolo perfetto da mettere in scena, mentre la madre è ormai chiusa nel suo piccolo mondo che si riduce al suo lavoro, alle visite al cimitero e ad una relazione con un uomo che si scoprirà più un amico che un amante.

E Immacolata? Beh anche lei è ferma, cerca di trovare un lavoro che l’aiuti a racimolare un pò di soldi per aiutare i genitori, e nel frattempo ha innalzato un muro tra lei e il mondo che sembra in nessun modo sia possibile valicare. Tiene tutti a distanza, limitando al minimo i rapporti umani, soprattutto con gli uomini, e soffre ancora per la morte del fratello per la quale si sente tremendamente colpevole.

La protagonista di questa storia vive una vera e propria rinascita, facendo leva soltanto sulla sua forza interiore riesce ad aiutare il padre e recuperare un rapporto ormai perso con la madre e attraverso una professione che all’inizio le sembra quasi assurda, ritrova se stessa e apre uno spiraglio di cuore ad un uomo che l’ha sempre amata e del quale lei è stata sempre segretamente innamorata.

La “Restauratrice di matrimoni” è un libro forte e intenso, scritto in modo scorrevole ma pregno di significato.

 

È un romanzo senza pretese, non ci sono paroloni, non ci sono strutture difficili da capire, solo una storia raccontata in modo schietto e sincero. È paragonabile ad un film che in poco tempo deve narrare la storia di tanti personaggi senza soffermarsi troppo sui dettagli ma sottolineando i particolari importanti e le scene chiave della narrazione.

 

FRASI DA SOTTOLINEARE:

Il finestrino è come una cornice in movimento. Ogni istante che inquadra è un frammento di storia incrociato a chissà quale distanza dalla fine. Storie diverse, ma su tutte ugualmente piove a dirotto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...