La mia prima collaborazione: The Erden Archives – Music of the Masters

Ciao lettori e buon pomeriggio! Oggi sono emozionata perché vi sto presentando la mia prima collaborazione con uno scrittore che mi ha, molto gentilmente, contattata e chiesto se volessi leggere la sua storia per poi farne una recensione. Innanzitutto lo ringrazio, e sono onorata per questa sua scelta.

La storia che mi ha proposto è la prima di una serie di racconti. Si tratta di una storia di fantascienza dove si mescolano elementi di numerologia, occulto, simbologia, tecnologia avanzata e tanto altro.

Ecco a voi la recensione, che troverete prima in italiano e poi in inglese.

 

Informazioni tecniche:

  • Pubblicazione: 1 Novembre 2016
  • Disponibile in inglese in formato e-book acquistabile su Amazon e I-Tunes
  • Sito ufficiale dell’autore: www.whiskywilson.com
  • Valutazione personale: 9/10

 

Immaginate un pianeta diverso dal nostro, immaginate un mondo dove la tecnologia è diventata il fulcro principale della vita degli uomini tanto da entrare letteralmente nel cervello di questi ultimi. Questo è il mondo che ci presenta Whisky Wilson nei primi due capitoli di un racconto che vi terrà con il fiato sospeso tutto il tempo. Il titolo è The Erden Archieves – Music of Masters, e la copertina è molto suggestiva ma soprattutto molto esplicativa. Appena l’ho vista mi sono resa conto di che cosa avessi di fronte, e pur non essendo una fan del genere, mi sono ricreduta perché penso che possa essere una bella storia e penso sia raccontata molto bene. La dovizia di dettagli è strabiliante e credo che sia, per questo genere, dovuta poiché si sta presentando un’esistenza diversa da quella che conosciamo.

Parliamo ora della storia.

Jessica e Dickey sono i protagonisti presentati in questi primi due capitoli e, pur essendo amici, sono l’opposto di questa società ultra-tecnologica, rappresentano infatti i due estremi. Jessica è una ragazza d’altri tempi, ama i libri, lo studio e non sopporta che la tecnologia e il mondo cibernetico si sia fatto così tanto largo sul suo pianeta. Spesso si rifugia in un bar, il Foster Arms, che sembra essere rimasto  l’unico posto dove la tecnologia non la fa da padrone, dove può rilassarsi e immergersi nei suoi libri mentre il mondo fuori corre veloce. Dickey, invece, fa parte della massa di abitanti di Killingstown che si è fatta impiantare un neurone cibernetico nel cervello, il quale ha dato agli uomini una sorta di super intelligenza e soprattutto tantissimo spazio di archiviazione e velocizzato il tempo di apprendimento delle informazioni.

In queste prime pagine l’autore ci descrive quello che Erden è diventato e le sue descrizioni sono così dettagliate che spesso mi sono ritrovata a pensare a come sarebbe se davvero la tecnologia prendesse il sopravvento sull’umanità (cosa che sta pian piano accadendo); inoltre ci presenta i personaggi, che fin dall’inizio sembrano molto interessanti e soprattutto fermi nelle loro posizioni. L’unico avvenimento è quello che ci racconta Dickey nel capitolo in cui parla in prima persona, descrivendoci la missione che “il sistema” gli ha affidato, ovvero entrare nell’università pubblica e rubare alcune informazioni scottanti dagli archivi di Erden.

Ovviamente al momento io amo Jessica, mi identifico in lei, in quello che pensa e in quello che ama. Per quanto possa essere una persona che ama la tecnologia, credo che non bisogni mai dimenticare le proprie origini e non mi piacerebbe per niente un mondo dove la tecnologia fosse la base di tutto.

Il racconto è disponibile a partire dal 1 Novembre 2016 al momento soltanto in inglese e soltanto in e-book, ma vi assicuro che se ci sono riuscita io a leggerlo in lingua originale possono riuscirci tutti! È possibile acquistarlo qui:

Amazon: https://www.amazon.com/Erden-Archives-Music-Masters-ebook/dp/B01LYZXZAB/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1475341531&sr=1-1&keywords=erden+archives

iTunes: https://itunes.apple.com/us/book/the-erden-archives/id1160945144?mt=11

Grazie per la vostra visita e spero che il mio articolo vi sia piaciuto e che vi abbia incuriosito così come è successo a me.

 

_________________________________________________________________

 

Hi reader and good afternoon! Today I’m very excited because for the first time, an author has reached out to me to review their work! So, for transparency, I’ve received a free copy in exchange for giving my honest review.

The Erden Archives: Music of the Masters, by Whisky Wilson,  is the first short story in The Erden Archives series. It’s a science fiction story with elements of numerology, symbology, occult, magic, advanced technology and more.

 

Technical information:

  • Pubblication: 1 November 2016
  • Available in english e-book on Amazon and I-Tunes
  • Official site of author: www.whiskywilson.com
  • My personal rating: 9/10

 

 

The cover is very suggestive. The story is well written, and the wealth of details is amazing! The description of the places of this new planet is fantastic. It’s easy to identify in them.

Erden is a world where technology became the fulcrum of a human’s life. The author’s descriptions are so vivid that I often asked myself,  “What if technology takes over humanity?” The characters seem very interesting and convinced of their ideas.  The Erden Archives: Music of the Masters, will kept me in suspense the entire time.

 

Speaking about the story, MILD SPOILERS.

Jessica and Dickey are the main characters presented in these chapters. They are friends, but they are the opposite of this high-tech society.

The first part is told from Jessica’s perspective. Jessica loves books, and she hates the rule of technology in her planet. Often she takes refuge in a bar, Foster Arms, that seems like the only place where the time stopped and the technology isn’t admitted.

 

Dickey, instead, is part of the mass of inhabitants of Killingstown that have a cybernetic implant in the brain. These devices can do so many things, from giving someone eidetic memory to making someone super-human strong.

 

The second part is recounted by Dickey as he sets out on a clandestine mission that “the system” entrusts to him: enter Jessica’s university with her credentials and steal something from its archives.

Obviously I love Jessica!

 

The story is available for pre-order until its release on November 1, 2016, on Amazon, iTunes, and more:

Amazon: https://www.amazon.com/Erden-Archives-Music-Masters-ebook/dp/B01LYZXZAB/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1475341531&sr=1-1&keywords=erden+archives

iTunes: https://itunes.apple.com/us/book/the-erden-archives/id1160945144?mt=11

Thank you for the visit and I hope to intrigue you.

Annunci

4 pensieri su “La mia prima collaborazione: The Erden Archives – Music of the Masters

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...