LIEVE COME LA NEVE di CHIARA TRABALZA

Buongiorno amici!

Come avete passato questo Natale? Il mio è stato molto movimentato, ho lavorato parecchio e i due giorni di pausa sono passati troppo velocemente! Uffa!

Durante queste interminabili giornate di lavoro però il romanzo che vi recensisco oggi mi ha tenuto compagnia alleviando la stanchezza.

Sto parlando di “Lieve come la neve” di Chiara Trabalza.

Chiara mi ha chiesto circa un mese fa una recensione del suo romanzo e io sono stata ben lieta di accettare perché avevo già adocchiato il suo libro nel catalogo di Lettere Animate e mi aveva incuriosito.

Vi spiego di cosa parla.

La protagonista è Camilla, una ragazza intraprendente e sicura di sé che sembra avere una vita piena e appagante: un lavoro in una casa di moda, un fidanzato (nonché suo capo) di origini americane bello come il sole e sexy come pochi, un appartamento in centro a Roma tutto per sé e due genitori che le vogliono bene.

Il passato però bussa alla porta di Camilla riportando alla luce ferite non del tutto rimarginate e che ancora bruciano. Alessia, sua sorella, muore in un incidente stradale e in occasione dei funerali che si tengono a Parigi, città di origine dei genitori di Camilla, si scopre che Alessia ha avuto una figlia, Viola.

Provati dalla morte della figlia e non del tutto capaci di occuparsi della nipotina, i genitori di Camilla decidono di affidarle la bambina per un paio di mesi, giusto il tempo per poter trovare una tata adatta a prendersi cura della piccola.

Questa notizia non è di certo la migliore per Camilla che da circa otto anni non aveva più rapporti con la sorella Alessia a causa di un forte litigio accaduto anni prima.

L’arrivo di Viola nella vita di Camilla è come un fulmine a ciel sereno. I suoi ritmi di vita non sono adatti a quelli di una bambina di 5 anni e i silenzi e il comportamento introverso della bambina non aiutano a creare un equilibrio tra la zia e la nipote.

Viola è una bambina molto dolce che purtroppo ha subito una grave perdita che non riesce del tutto ad elaborare, ha quindi bisogno di attenzioni ma soprattutto di pazienza, dote che Camilla non possiede per niente.

Le verrà però in aiuto Andrea, dolce e simpatico vicino di casa, che riuscirà a scalfire per primo il guscio che Viola ha creato intorno a sé, riuscendo ad entrarvi con delicatezza. Sarà proprio Andrea che aiuterà Camilla a capire come affrontare la personalità difficile della piccola Viola e sarà lui ad aiutarla quando avranno delle difficoltà di comprensione.

Viola diventerà per Camilla un’occasione di riscatto, un modo per ripulire la sua vita di tutte le cose inutili di cui è stata riempita negli ultimi anni, riscoprendo i valori, le passioni, la voglia di vivere e amare le piccole cose della vita. Mentre all’inizio Camilla vede la convivenza con Viola come un fastidioso imprevisto, con il tempo capirà che questa piccola bambina dai riccioli biondi è stata forse mandata dal cielo per darle la possibilità di riscattarsi, di capire quanto tempo inutile abbia sprecato con un lavoro e un amore malati e non adatti alla sua personalità. Riuscire pian piano a farsi volere bene da Viola, a comunicare con lei, diventa un percorso di purificazione anche per Camilla che entrando nel cuore di Viola, ritrova la strada del suo che aveva perso tanto tempo prima.

“Lieve come la neve” è un romanzo che scalda il cuore e che davvero come la neve cade lieve sulla terra, riesce a posarsi con delicatezza sul cuore scuotendo quelle che sono le emozioni più dolci e profonde del nostro animo.

Mi è piaciuto tantissimo e non cambierei nulla della storia.

Ho apprezzato molto che il fulcro principale della storia sia stato il rapporto tra Viola e Camilla ma mi è piaciuto molto anche il percorso di crescita della protagonista che spiazzata dalla morte della sorella ma soprattutto dall’affidamento della bambina, si ritrova a dover riorganizzare tutta la sua esistenza in funzione della piccola Viola ritrovando così sé stessa.

Ovviamente ho adorato che il vicino di casa timido e schivo diventi uno dei protagonisti principali della storia, e Andrea è anche il mio nome maschile preferito quindi l’ho amato fin da subito!

Per quanto riguarda la scrittura, nulla di particolare da dire. Ho soltanto trovato a volte dei periodi dove avrei usato qualche sinonimo per evitare inutili ripetizioni che rallentano un pochino al prosa. Tutto sommato però il testo è ben scritto.

Complimenti dunque a Chiara per questo suo romanzo che consiglio di leggere a tutti, anche a chi non ama il genere rosa, proprio perché la storia non è ricamata soltanto sulla storia d’amore tra i due protagonisti ma si evolve intorno ad un percorso di crescita personale della protagonista.

Sono certa che lo avrei letto comunque prima o poi e avrei scritto sicuramente una recensione sul blog perché le storie come questa devono essere lette e devono essere raccontate!

 

 

Informazioni tecniche:

  • Prima edizione: 2016
  • Editore: Lettere Animate
  • Edizione personale: e-book (copia gratuita da parte dell’autrice)
  • Valutazione personale: 10/10
  • Acquistabile: qui (gratis in promozione in versione digitale per alcuni giorni)

 

 

Annunci

6 pensieri su “LIEVE COME LA NEVE di CHIARA TRABALZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...