[Collaborazione] “Love take-away” di Gaby Hope – recensione

Buon pomeriggio amici!

Oggi vi propongo la recensione del romanzo “Love Take-Away” di Gaby Hope, la quale mi ha gentilmente fornito una copia del suo libro dandomi la possibilità di recensirlo.

Vi dico subito qual è il mio voto: sei. Vi spiego anche perché.

La storia parla di Sophie, una ragazza italiana che si trasferisce a Londra per chiudere con il passato e ricominciare una nuova vita nella città che non dorme mai, tentando di realizzare il sogno di scrivere un libro.

La sua avventura in terra inglese inizia subito in modo abbastanza rocambolesco, mettici un volo in ritardo, una valigia pesante e una ragazza che piange disperata su una panchina a Notting Hill e che Sophie tenta  di consolare, non sapendo che Mary (questo il nome della ragazza) diventerà nel giro di poco tempo la sua confidente e migliore amica.

Mary per ringraziare Sophie della sua gentilezza la invita a casa di amici dove la protagonista incontrerà Travis, un ragazzo per il quale l’aggettivo “bellissimo” è un eufemismo e che ruberà da subito il suo cuore. Ma Trav non è solo, al suo fianco c’è una ragazza, la solita Barbie siliconata e vuota che non risulta simpatica a nessuno.

Il peggio però accade quando Sophie scopre che il lavoro che la sua padrona di casa le ha trovato per assicurarsi il pagamento puntuale dell’affitto è un ruolo come domestica nella villa di Jennifer, la Barbie siliconata.

A nulla servirà fare finta di niente perchè quando gli occhi di Trav ti arrivano dritto al cuore non ci puoi fare niente, ammesso che tu voglia davvero fare qualcosa se non amarlo con tutta te stessa.

20170321_105313

 

Beh la storia tutto sommato è carina ma il mio voto è sufficiente perchè parecchie cose non mi hanno convinta. Innanzitutto la prosa è molto acerba, la storia ha del potenziale ma non è sfruttato al massimo. L’amore tra i due protagonisti è troppo travolgente, non c’è nulla che giustifichi questo colpo di fulmine, una scena particolare, una chiacchierata, una situazione che faccia scattare la scintilla.

Il personaggio di Sophie mi è piaciuto anche se alcune sue scelte non le ho capite fino in fondo, come per esempio il suo allontanamento da Travis a circa metà libro. Travis invece come personaggio non so, non mi ha convinto al massimo. Bello sicuramente, affascinante e tenebroso però perchè? Perchè il suo carattere è così cupo a volte? A mio avviso non vengono date spiegazioni esaurienti in merito.

Non ci siamo con le tempistiche, non sono lineari nella storia e la cosa è palese. Gli avvenimenti alcune volte sono troppo veloci in un ritmo che è, sì incalzante, ma risulta un pochino confuso.

Una cosa però ha reso la lettura fastidiosa: gli errori. Ho trovato parecchi errori di grammatica, molto futili anche, che però a lungo andare mi hanno reso la prosa altalenante, poichè accanto ad un plurale sbagliato trovavo un termine aulico.

Capisco quanto possa essere difficile pubblicare un romanzo al giorno d’oggi e farlo magari anche con i propri soldi ma trovo giusto curare la sintassi e la grammatica di uno scritto, poichè gli errori vanno a disturbare la lettura e a distrarre il lettore dalla storia che per questo motivo non è completamente travolto dalla storia. A difesa di Gaby posso dire che io ho ricevuto una copia non completamente revisionata e confido nel fatto che le cose cambieranno.

A mio avviso l’autrice ha una forte passione per la scrittura, tanto da dare alla protagonista del libro un sogno come quello di pubblicare un libro, e questo è un ottimo punto di partenza per migliorare.

L’ambientazione è molto bella. Non ho mai visitato Londra ma è uno dei posti che più di tutti vorrei vedere e soprattuto Notting Hill, ragazzi chi non lo ama questo quartiere?

Concludo dicendo che il finale mi è piaciuto molto, anche il modo in cui è stato scritto, ma non ho condiviso la scelta riguardante il personaggio di Mary. Avrei preferito vedere conclusa anche la sua storia e a questo punto spero che possa esserci un seguito o uno spin-off che spieghi che fine abbia fatto questo personaggio.

 

Qui termina la mia recensione. Rinnovo il mio grazie a Gaby per la fiducia riposta in me e spero che prenda le mie critiche come uno spunto per migliorare, non sono fatte con cattiveria.

 

Teresa.

 

 

Annunci

4 pensieri su “[Collaborazione] “Love take-away” di Gaby Hope – recensione

  1. Laura Parise ha detto:

    Interessantissimo il tuo modo di recensire. Hai dato parecchi spunti a Gaby e questo è bello, perchè così lei avra la possibilità di rivedere quel che le è sfuggito. Come sempre 4 occhi vedon meglio di due. Buon proseguimento Teresa

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...