[Collaborazione] Recensione “Ruin me” di Danielle Pearl

Buongiorno lettori e buon lunedì!

Iniziamo la settimana con una nuova recensione in collaborazione con la casa editrice De Agostini in anteprima! Si perchè il libro di cui vi parlo uscirà nelle librerie proprio oggi 🙂

Si tratta di “Ruin me. Ogni volta che mi spezzi il cuore” un romanzo Young Adult erotico/rosa che mi ha lasciato un pò perplessa (già il titolo insomma “Rovinami” non era molto romantico però mi ha incuriosito e credo sia molto adatto alla storia), ma allo stesso tempo mi ha travolto tra le sue pagine.

Partiamo dall’inizio.

La storia è quella di Carl e Tuck, due diciassettenni che si sono amati molto ma hanno dovuto mettere fine alla loro storia d’amore a causa di una bugia, una verità scottante che Carl ha tenuto nascosta a Tucker per tanto tempo e che ha rotto irrimediabilmente il legame di fiducia che il ragazzo aveva per lei.

20170422_181401

Il libro ci mostra quindi la forte sofferenza di entrambi che si ritrovano dopo cinque mesi dalla fine della loro storia a frequentare lo stesso college poichè avevano programmato insieme nei minimi dettagli la loro esperienza all’Università. Ora che le cose sono cambiate, vivere nello stesso campus non è per niente facile e i due tentano in tutti i modi di stare lontano l’uno dall’altra anche se non sempre ci riescono perchè c’è un’attrazione fortissima che li lega e che li porterà ad amarsi con passione per poi allontanarsi subito dopo. Tutto però diventerà sempre più difficile quando i due vengono scelti per collaborare insieme ad un progetto del corso di marketing. Saranno costretti a passare molto tempo assieme e a scoprire che entrambi non possono stare lontani l’uno dall’altra finchè al termine del romanzo, un colpo di scena sconvolgente li farà avvicinare sempre di più.

Il romanzo è strutturato in modo tale che alcuni capitoli siano raccontati da Carleigh mentre altri da Tucker, ho apprezzato questa scelta perchè è bello poter sentire anche il parere dell’altro protagonista.

La storia mi è piaciuta perchè mi ha tenuto sulle spine tutto il tempo. All’inizio però ammetto che la “violenza” di Tucker mi ha dato molto fastidio e allo stesso modo l’arrendevolezza di Carl mi ha urtato i nervi. Andando avanti con la lettura mi sono resa conto che Tuck in realtà stava soltanto combattendo una guerra con sè stesso respingendo Carl ma incapace di starle lontano perchè vittima di un desiderio e un amore molo forti che sono stati traditi. Allo stesso tempo Carl è una ragazza forte e mi piace che sappia tenere testa a Tuck, la sua arrendevolezza è soltanto una sorta di punizione che si infligge da sola perchè sa di aver sbagliato con Tuck dunque crede che sia giusto prendersi sia il buono che il cattivo che lui ha da offrirle, incapace anch’essa di resistere al forte desiderio che la unisce a lui da sempre.

Nella vita di tutti i giorni non amo “gli amori malati” dunque mi è risultato difficile non pensare di voler picchiare a sangue Tucker e prendere a schiaffi Carl ma, nonostante questo, il fatto che ci sia stata data la possibilità di ascoltare anche i pensieri di Tuck ha frenato questo mio istinto omicida e mi ha aiutato a mettermi nei suoi panni.

Non mi aspettavo il risvolto erotico e quindi il racconto molto dettagliato delle scene di sesso ma ammetto che alla fine è inutile nascondersi dietro a un dito quindi che dire, l’importante è farlo protetto! Mi sono riscoperta un pò bacchettona ma credo questo sia dovuto al fatto che il sesso che fanno molto spesso provoca ad entrambi una forte sofferenza, insomma io avrei risolto la cosa in modo diverso.

“Senti bello ci siamo capiti male. Io non sapevo (bip bip bip non posso spoilerare). Mi dispiace per quello che ho fatto, ti va di ricominciare?”

Ma evidentemente l’autrice non la pensava come me…e ha fatto bene sennò il libro avrebbe avuto solo tre pagine! xD

Degno di nota è il messaggio che l’autrice attraverso il libro vuole mandare ai giovani. Nella narrazione infatti si parla anche di un problema abbastanza grave legato ai giovani e alla droga. Spesso succede che i ragazzi utilizzino delle sostanze stupefacenti per stordire le ragazze e approfittare di loro sessualmente. I due protagonisti si battono per portare alla luce questo problema e soprattutto per far capire ai loro amici che non solo è una cosa sbagliata da fare ma che anche soltanto fare una battuta su questo argomento e riderne non va bene poichè potrebbe esserci qualcuno che non lo pensa soltanto ma magari lo fa. Insomma non si scherza su certe cose. Il progetto di marketing di cui si occupano Carl e Tucker si basa proprio su questo argomento e credo che sia molto lodevole il fatto che si usino i libri, soprattutto quelli Young Adult, per lanciare messaggi del genere. Così come è successo con i romanzi di Jennifer Niven (di cui qui sul blog potrete trovare le recensioni), apprezzo molto questa scelta e ringrazio la De Agostini che decide sempre di pubblicare anche in Italia questi libri.

Per quanto riguarda lo stile narrativo, ho apprezzato il ritmo incalzante e, come dicevo anche prima, il doppio punto di vista, insomma di certo non ci si annoia.

In definitiva però ho un giudizio contrastante su questo libro e dunque non me la sento di promuoverlo a pieni voti. Gli dò un 8 e lo consiglio a chi ama gli amori parecchio tormentati.

Ecco il link per l’acquisto su Amazon: Ruin me. Ogni volta che mi spezzi il cuore

Vi informo inoltre del fatto che questo è il primo libro di una duologia che continua con “Something More”, per il quale sembra siano stati già acquistati i diritti per la pubblicazione in Italia. Beh sono molto curiosa di leggere cosa succederà ai due protagonisti!


 

Grazie per la visita.

A presto.

Annunci

5 pensieri su “[Collaborazione] Recensione “Ruin me” di Danielle Pearl

  1. 76sanfermo ha detto:

    Tu sei bravavissima nelle tue recensioni…Io invece , non riesco mai a giudicare un libro come si dovrebbe…
    Di solito mi colpisce di piu lo stile dell’autore e come racconta “la storia” , piuttosto che la vicenda vera e propria ; poi mi piace che sia narrata da “dentro” , invece che vista dall’esterno….
    Apprezzo il messaggio che lancia il libro , , specialmente se e’ di formazione , ma odio le ridondanze e certe scene di sesso che sono presenti quando non ce n’è alcun bisogno…
    (Ma nel “passaparola”, quest’ultima condizione pare che incida molto sul futuro degli acquisti….)

    Ciao e grazie!

    Liked by 1 persona

    • fallinbooksblog ha detto:

      Ma grazie a te per i complimenti! Beh diciamo che mi aiuta molto mentre leggo, appuntare ogni considerazione che mi viene in mente e poi alla fine le metto insieme cercando di creare una recensione lineare. Si, queste poi sono scelte insomma. A volte non servono molto però sono una realtà che non possiamo nascondere, l’importante è che la storia non sia solo quello ma l’autrice abbia altro da dire. In questo caso durante le scene di sesso erano raccontati anche altri pensieri e questa cosa mi è piaciuta. Ecco diciamo solo che le avrei diminuite. Grazie per la visita. baci

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...