[Collaborazione] Recensione “Il profumo dei fiori di ciliegio” di Chiara Trabalza

Amici lettori bentrovati!

Oggi vi parlo dell’ultimo romanzo di Chiara Trabalza “Il profumo dei fiori di ciliegio” (acquistalo qui Il profumo dei fiori di ciliegio).

1460970790421.jpg--

Per buona parte della lettura il libro mi è piaciuto molto, devo ammettere però che alla fine ho trovato qualche piccolo punto un pò noioso e ripetitivo.

Partiamo dal principio.

Dopo aver subito due importanti perdite nella sua vita, Alice, decide di partire alla volta di Positano per rompere con il passato e cercare di superare il dolore e la sofferenza. La cittadina napoletana la accoglie e la culla con delicatezza insieme alla dolce nonna Ester, la quale, nonostante il tempo passato, non ha smesso di amare la sua nipotina Alice.

A Positano però vive anche Luca, un tenebroso ma dolce ragazzone dagli occhi tristi, anch’esso con un passato da dimenticare e un’anima ferita.

I due ragazzi si conosceranno e impareranno pian piano ad amarsi, in un difficile ma dolce percorso che li porterà a giurarsi amore nel meraviglioso spettacolo della fioritura dei ciliegi.


Sono felice di aver ritrovato anche in questo secondo romanzo, la prosa lieve, gentile che caratterizza la scrittura di Chiara. Sembra che le parole danzino davanti ai tuoi occhi…leggiadre, e ti entrano dentro senza prepotenza, non ne hanno bisogno.

Per quanto riguarda la storia, l’ho trovata triste ma bella. Mi piace questo incontro tra due anime ferite che si riconoscono nel loro dolore.

Uno dei temi più toccanti che il libro affronta è quello dell’aborto. Alice perde il suo bambino in modo spontaneo al sesto mese di gravidanza e questo lutto la colpisce profondamente, soprattutto perchè desiderava tantissimo diventare madre. A questo si aggiunge la fine della relazione con il padre del bambino, un rapporto che si trascinava da tempo e che Alice crede di poter sistemare con l’arrivo di un figlio.

Il forte dolore che Alice prova per questo lutto, la sofferenza che le provoca vedere una donna incinta o un bambino in una carrozzina sono raccontati in modo profondo e sincero.

Mi piace il fatto che i sentimenti vengano espressi in modo così romantico da risultare quasi irreale, ma allo stesso tempo credo siano eccessive e ripetitive. Inoltre mi ha fatto storcere un pò il naso la decisione di Alice di andare via all’improvviso, dopo che entrambi si erano dichiarati il loro amore, dopo che i sentimenti erano ormai usciti allo scoperto. Insomma non ho condiviso questa scelta dell’autrice. I motivi della “fuga” di Alice li ho compresi, e sono anche d’accordo con lei, ma non ho condiviso il momento, la tempistica. Avrebbe avuto più senso farlo prima, quando la relazione con Luca non era del tutto espressa.

Ho adorato poi nonna Ester! Un personaggio bellissimo. Dolce, saggia, simpatica, risulta impersonificare quello che nelle favole è “l’oggetto magico” che aiuta l’eroe a superare le prove per salvare la principessa.

In definitiva, ritengo che si tratti di un buon libro, credo però che in alcuni punti la storia sia stata tirata un pò troppo per le lunghe, creando dei momenti di stallo che hanno compromesso la scorrevolezza del romanzo.


Vi segnalo anche la mia recensione del primo romanzo di Chiara Trabalza LIEVE COME LA NEVE, tra i più belli letti nel 2016.

 

Grazie per la visita.

Teresa

Annunci

2 pensieri su “[Collaborazione] Recensione “Il profumo dei fiori di ciliegio” di Chiara Trabalza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...