[Recensione] “La moglie del califfo”/”La rosa del califfo” di Renée Ahdieh

“Lui la strinse più forte tra le braccia, abbassò la testa e poggiò la fronte contro quella di lei, il suo tocco gentile e leggero come un sussurro. <<La mia Calamita>>”

Travolta. Rapita. Affascinata. Sedotta. Ammaliata. Entusiasmata. Estasiata.

Potrei andare avanti all’infinito cercando di farvi capire cosa ho provato mentre leggevo questi due libri.

Pensate che soltanto con il prologo ero già persa…

 

“Cento vite per quella che tu hai strappato. Una vita per ogni alba. Se fallirai anche una sola volta, ti strapperò i tuoi sogni. Ti strapperò la tua città. E mi prenderò quelle vite, mille volte tanto”

IMG_20170516_093908_089

 

E’ molto difficile per me scrivere una recensione di questa duologia perchè non so quali parole usare, se non “bellissima” ripetuto all’infinito.

Amore, avventura, passione, amicizia, guerra, odio, magia, questo e molto altro raccontati con una grazia e una bellezza ineccepibili. Non manca proprio nulla, questi libri sanno ammaliare anche il più critico dei lettori e imbrigliarlo nelle loro intricate vicende. A questo proposito mi sento di fare i miei complimenti alle traduttrici: Mara Gini, Arianna Pelagalli e Lorena Palladini, per aver riportato con fedeltà la storia dall’inglese all’italiano e per aver usato la nostra lingua magistralmente.

Ho terminato il primo capitolo in due giorni e appena finito sono rimasta sconvolta: dovevo assolutamente avere il seguito e cominciare a leggere la sera stessa!

Non so come abbiano fatto a vivere i lettori che hanno dovuto attendere un anno per la sua pubblicazione!

IMG_20170516_234639_272

Ho letto le due storie in digitale ma credo che siano due capolavori da tenere anche in cartaceo e anche se non ho l’abitudine di comprare i testi che ho già letto in e-book, sono propensa a fare questa follia prima o poi!

Ora la smetto di sproloquiare e vi racconto un pochino la storia:

Sharzhad è la primogenita di una famiglia rispettabile che abita in un villaggio del regno del Khorasan, governato da un perfido califfo, Khalid, il quale non è molto ben visto dai suoi sudditi poichè da tempo sceglie di sposare le ragazze del villaggio e di ucciderle il giorno dopo le nozze, prima che spunti l’alba.

L’ultima delle sue vittime è stata Shiva, la migliore amica di Sharzhad e, per questa ragione, la ragazza ha deciso di proporsi volontariamente come sposa del califfo per vendicare la sua più cara amica e uccidere il mostro del Khorasan.

Come farà però a sopravvivere fino all’alba del giorno dopo?

Shazi, con furbizia e intelligenza riuscirà a scampare alla morte e a conquistare piano piano il cuore di chi desidera uccidere. Quello che la ragazza non aveva previsto però, è che dietro l’espressione sempre enigmatica e seria di Khalid, si nasconde un semplice ragazzo malinconico, che combatte con un triste destino.

Il primo libro si conclude purtroppo con i due giovani che sono costretti a stare lontani, per scongiurare una guerra.

Nel secondo capitolo della storia però, ritroviamo una Sharzhad e un Khalid sempre più innamorati e sarà proprio la prima a fare di tutto per spezzare la maledizione che affligge il suo re e liberare finalmente il Khorasan da questo triste presagio.

La conclusione è delle migliori, con il bene che trionfa sul male, non senza però qualche perdita, sofferta e anche evitabile (cretino di un Tariq!!! Ancora se ci ripenso mi viene voglia di ucciderlo!).


Vi lascio con i link utili per l’acquisto dei due libri e con una preghiera che mi viene dritta dal cuore: leggeteli!

La moglie del califfo (eNewton Narrativa)

La rosa del califfo

 

A presto.

 

Teresa.

Annunci

11 pensieri su “[Recensione] “La moglie del califfo”/”La rosa del califfo” di Renée Ahdieh

  1. Lorena Palladini ha detto:

    Ciao Teresa 🙂
    Ho letto il tuo articolo con interesse e ti ringrazio molto per i complimenti, è bello sapere che hai apprezzato il lavoro delle traduttrici e che ti sia piaciuta la storia!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...