[Collaborazione – Recensione] “Il passo in più” di Francesco Pierucci

Buon pomeriggio amici lettori!

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho terminato qualche tempo fa e che purtroppo riesco a recensire solo ora perché ho avuto dei giorni pienissimi!

Si tratta de “Il passo in più”, scritto da Francesco Pierucci, un napoletano ormai trapiantato al nord, che ringrazio per la fiducia riposta in me…e per la pazienza anche!

Il romanzo ha come protagonista uno scrittore in pieno blocco creativo che dopo il successo del suo primo libro, intitolato proprio “Il passo in più” e basato sulla storia di uno scrittore in piena catarsi creativa, non riesce a trovare l’ispirazione ed ogni cosa che scrive non gli sembra adatta e all’altezza delle aspettative.

Inception, insomma.

Per questa ragione, il nostro protagonista, decide di partire per un viaggio senza meta accompagnato soltanto dalla sua Underwood Standard, durante il quale incontrerà una serie di personaggi esilaranti e grotteschi che rappresentano forse le varie vie che la vita può prendere e quello che può riservarci ognuna di esse.

Il protagonista dovrà far fronte a diverse difficoltà, alcune dai risvolti anche drammatici, in un escalation di situazioni al limite della realtà che gli insegneranno quanto possa essere importante non tanto evitare di perdersi, quanto ritrovarsi.


“Asseconda l’istinto quando è sterile e non assecondarlo invece quando è impossibile da trattenere. Impara dagli altri, ma soprattutto da te stesso. Contraddici i tuoi dogmi irremovibili e rendili più insignificanti di una chiacchierata al bar. Lascia che la paure più terribili e angoscianti penetrino nei meandri più bui della tua voluttuaria identità e ne prendano per un attimo il sopravvento. Smetti di fare tutto quello che hai pensato di fare e inizia a fare ciò che non hai mai pensato. Affronta l’inaffrontabile, vivi l’invivibile, credi all’incredibile.”


Devo ammettere che all’inizio il testo mi ha preso parecchio, dopo una ventina di pagine però l’ho abbandonato per un po’ perché non riuscivo ad andare avanti, come se fossi stata contagiata dalla catarsi che colpisce il protagonista.

francesco-pierucci-il-passo-in-piu

Poi però  ho ripreso la lettura e posso dire di aver fatto benissimo perché l’ho terminato in poco tempo.

E’ stata una lettura a tratti divertente e a tratti triste ma sempre interessante.

Ho apprezzato la prosa, schietta e sincera. Mentre leggevo ho avuto l’impressione che l’autore stesso mi stesse raccontando la sua storia, come una chiacchierata al bar.

Degno di nota è sicuramente il sogno raccontato nelle prime pagine, dove il protagonista si ritrova ad affrontare un processo contro di lui dove avvocati e giudice sono nientepopodimeno che Tolstoj, Dickens ed Hemingway. Ho adorato questa parte, l’ho trovata geniale!

 

Vi lascio dunque con il link di acquisto Amazon: Il passo in più

Grazie per la visita,

a presto.

Teresa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...