[Collaborazione – Recensione] “Ferion – Cuore vs Acciaio” di Francesco Maneli

Prima di dire qualsiasi cosa su questo libro, lasciatemi fare i miei complimenti all’autore per la sua fantasia. Sono rimasta sbalordita dalla mole di personaggi, luoghi, incantesimi e malefici partoriti dalla mente di questo scrittore e soltanto per questo, “Ferion”, merita di essere letto.

Ringrazio Francesco Maneli, l’autore, per avermi chiesto di recensire il suo libro con tanta gentilezza e umiltà.

Il libro si apre con una prefazione e con un prologo che mi hanno subito fatto capire che la lettura non sarebbe stata deludente. Entrambi hanno un sapore leggendario e sono narrati come uno di quei racconti tramandati di generazione in generazione e che si ascoltano intorno ad un falò. Lo stile di scrittura, soprattutto nella prima parte, è riconducibile al mito, e ho apprezzato molto questa cosa, è stata una novità che mi ha piacevolmente colpita.

“Questa è la storia di una leggenda, di un’avventura nata sotto il segno del coraggio, della magia e della paura. Proprio come una leggenda, essa nasce invisibile a qualsiasi occhio, intoccabile da qualsiasi mano ma percepibile da qualsiasi cuore”

La storia è quella di Ferion appunto, un ragazzo, figlio del re Nalu e della regina Lesu, sovrani del regno di Tevereb, che a causa di una guerra si ritrova ad essere abbandonato dai suoi genitori, i quali si ritroveranno ad essere però sempre presenti nella sua vita perché sono diventati rispettivamente la luna e il sole.

Il bambino viene affidato ad un mago, Altidor, che insieme a Catrina, una levatrice, lo alleva insegnandogli il rispetto, l’amore e la sincerità ma anche l’arte del combattimento. Durante l’adolescenza però Ferion, suo malgrado, libera un demone potentissimo che durante uno scontro lo ferisce. Questa ferita, risanata poi da Altidor, rimane per sempre sul corpo del ragazzo la cui mano sinistra si trasforma in quella di un demone.

Profondamente turbato da questo avvenimento, soprattutto per aver causato la morte di due persone innocenti, Ferion decide di allenarsi il più possibile per poter, in futuro, riuscire a difendersi e a difendere i suoi cari, anche dal più forte dei nemici.

“I cambiamenti sono inevitabili, quindi l’unico modo per affrontarli è prenderli nel verso giusto. Questo ci aiuterà sempre a comprenderli, ad accettarli e a crescere. Questo è ciò che avrebbe imparato Ferion dal suo primo viaggio”

Inizia così l’avventura di questo ragazzo, che seguiremo durante i suoi allenamenti insieme a personaggi strambi e divertenti, e che accompagneremo nella guerra finale contro un temibile sovrano che vorrà radere al suolo il suo villaggio.


Come ho detto prima, nella prima parte del libro lo stile narrativo è elegante e ricorda il mito. Dopo un po’ però la prosa si trasforma e diventa più semplice, piano piano che ci si addentra nella storia e cominciamo a conoscere meglio i personaggi, lo stile narrativo diventa più semplice, senza pretese, il che non è un male, soprattutto se quello che devi spiegare è un mondo totalmente diverso dal nostro; unica pecca, qualche ripetizione di troppo, che ha reso in alcuni punti la lettura macchinosa e poco scorrevole.

Durante i combattimenti e le battaglie, l’autore ha dato il meglio di sé, la fantasia di cui vi parlavo è il punto forte del libro. I dialoghi lasciano invece un po’ a desiderare. Alcune volte li ho trovati non necessari, altre volte invece li avrei sviluppati in modo diverso, li avrei resi più reali, meno formali. Mi rendo conto però che nel mondo e nel tempo raccontato probabilmente questo modo di parlare è necessario. Inoltre le varie descrizioni sono molto accurate e questo è un altro punto a favore per il testo perché aiuta il lettore ad immaginare quello che lo scrittore stesso vuole che lui immagini, per trasmettere nel modo giusto il senso della storia e soprattutto il mondo magico in cui stiamo vivendo.

textgram_1498488133

Oltre alla battaglia che il protagonista e i suoi compagni devono affrontare con l’antagonista della situazione, c’è un’altra battaglia che seguiamo ed è quella tra il protagonista e il demone che vive dentro di lui. Una forza oscura che si rivelerà fondamentale nella parte finale del libro, contro la quale per tutto il tempo Ferion combatte, respingendola poiché essa rappresenta il male, l’odio, il rancore, e tutti i sentimenti negativi ai quali il ragazzo non vuole e non può cedere, perché sa che non porterebbero a nulla di buono e che se vi cederebbe, perderebbe tutta la sua vita.

“Dovrai essere forte, non lasciare mai che tutto quello che ti capiterà di male in questo mondo, che tutte le perdite che subirai possano avvelenarti, possano cambiare il tuo cuore”

In definitiva posso dire di aver apprezzato questa lettura e di attendere il seguito con piacere. Devo ammettere però che non è una lettura semplice da seguire, a causa dei tanti avvenimenti che racconta è necessario essere sempre concentrati per poter seguire le evoluzioni della trama e, trattandosi di circa 500 pagine, non è sempre facile.

Mi ha aiutato però il fatto che oltre ad essere un fantasy, questo libro è incentrato molto sui sentimenti umani, i rapporti di amicizia e di amore sono il fulcro di tutta la storia. Le battaglie sono dettate dalla voglia proteggere chi si ama, chi ci sta a cuore. Questo è uno dei punti forti del libro, ovvero la presenza costante dei sentimenti. Questi accompagnano tutti i personaggi, anche quelli dai quali non ci si sarebbe aspettata una certa sensibilità, a dimostrazione del fatto che l’amore è il motore del mondo.

Chi ama il fantasy non può perdersi questo primo volume di una serie della quale mi eleggo accanita sostenitrice.

Vi lascio con il link per l’acquisto su Amazon: Ferion: Cuore Vs Acciaio

A presto readers! 🙂

Annunci

Un pensiero su “[Collaborazione – Recensione] “Ferion – Cuore vs Acciaio” di Francesco Maneli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...