[Collaborazione – Recensione] “Carry On” di Rainbow Rowell

Lettori buongiorno! 🙂 

Lo sentite lo spirito natalizio? Sisi, sta proprio arrivando il Natale e questo è il periodo più magico dell’anno! 

In un momento come questo, voglio consigliarvi un libro che penso sia perfetto per le serate davanti al caminetto o le mattine festive da passare a letto fino a tardi, sto parlando di Carry On di Rainbow Rowell 🙂 

Un libro che sicuramente la maggior parte di voi conoscerà già (la pubblicazione è di due anni fa), ma io che arrivo sempre in ritardo ho letto solo ora xD 

E’ un romanzo young adult ma è scritto così bene, ha una storia così travolgente che anche io, alla veneranda età di 26 anni, ne sono rimasta affascinata. E poi lo sapete che per me, i libri non hanno età. 

Vi lascio subito qui sotto la trama e di seguito la mia opinione dettagliata 🙂 

Simon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l’ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?

Link acquisto: https://amzn.to/2QQt5Aw

______________________________________________________________________________

Fresco, ironico e scorrevole, queste le prime parole che ho scritto nei miei appunti dopo le prime pagine del libro. Non sapevo ancora quanto avrei avuto ragione. 

Devo dire che le prime 100 pagine sono state un po’ confuse perché è un continuo ricordare gli anni passati per spiegare al lettore gli eventi presenti.

Dopo però le cose sono migliorate e siamo entrati davvero nel vivo della storia 
Una storia che mi ha totalmente coinvolta! E anche diversa dalle solite, in questo caso il protagonista è un ragazzo che non se la passa molto bene, la sua vita è confusa e piena di domande senza risposta.

Simon è un mago molto potente che non riesce a gestire il suo potere, ha un passato che nessuno conosce, non ha genitori e non sa bene perché l’arcimago abbia scelto proprio lui. È difficile per tutti credere che lui sia il prescelto per salvare il mondo dei maghi dal Tedio (il nemico) quando non sa neanche lanciare incantesimi di poca intensità e va letteralmente a fuoco quando le emozioni diventano ingestibili .
Insomma tutto questo essere imperfetto mi ha fatto subito entrare in empatia con lui. 

I personaggi, tutti, anche i secondari, sono molto ben caratterizzati e mi piace che ognuno parli per sé. 
Quindi questi continui e numerosi cambi di punto di vista non hanno disturbato la mia lettura. Anzi penso siano il modo giusto per capire la storia (che si presenta abbastanza intricata) ed è bello poter conoscere privatamente non solo il protagonista ma tutti i personaggi che gli ruotano intorno. 

Inoltre è ricco, ricco di avvenimenti. Non ci si annoia mai. 
E’ davvero molto avvincente e appassionante. 
Durante la lettura mi sono sentita davvero incapace di smettere di leggere e nonostante sia un libro per ragazzi non è banale  ma ben strutturato. I personaggi sono la vera forza perché sono ricchi di sfaccettature, e ci si affeziona a loro facilmente.

È un libro che secondo me sarebbe bello anche senza magia, ma la magia rende tutto più interessante. Il fatto  che le persone siano legate in qualche modo da antiche tradizioni magiche, il fatto che Simon sia fuoco e Baz un vampiro altamente infiammabile. 

Tutte caratteristiche che hanno fatto in modo di rapirmi completamente, questo libro è diventato il prolungamento del mio braccio per tre giorni e quando l’ho terminato era felice, su di giri, ma anche triste perchè i personaggi mi mancavano già! 

Ho scoperto inoltre che dovrebbe esserci un sequel nel 2019, e nonostante il finale abbia lasciato giusto qualche porticina aperta, io lo amo così e devo ammettere che ho un po’ di timore verso questo seguito che spero non rovini la bellezza della storia di Simon e Baz. 

Visto che siamo sotto Natale, se non avete ancora fatto i regali, questo potrebbe essere il dono perfetto per chi ama il genere fantasy mixato al filone young adult 🙂 

Annunci

4 pensieri su “[Collaborazione – Recensione] “Carry On” di Rainbow Rowell

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...