[Collaborazione-Recensione] “Stai composta” di Cosima Spinelli

Un libro che mi ha emozionata e conquistata.

Cosima è riuscita ad indagare nelle emozioni più intime dei suoi personaggi e a mettere me, lettrice, nella stessa situazione.

Ecco la trama e di seguito la mia opinione:

Anna, Claudio, Sara e Marco sono quattro amici legati da storie tormentate, un affetto profondo e un comune approccio alla vita: non sanno stare composti.
Non hanno avuto una vita facile, sono amici fin dall’adolescenza e si rivedono adulti, tutti assieme, dopo nove anni. È il 1994 quando Claudio li invita a cena a casa sua. La serata trascorre tra risate, nostalgici racconti e nuove rivelazioni. Un forte temporale estivo li costringe a passare lì anche la notte, una notte che cambierà per sempre la loro esistenza.
Ventitré anni dopo, una ragazza racconterà le loro storie cambiando il finale di una di esse.

_______________________________

Quattro amici molto diversi tra loro ma legati da un profondo affetto. Claudio, Marco, Anna e Sara si conoscono dai tempi delle medie e nonostante il tempo, le difficoltà e la lontananza, quando sono insieme si sentono sempre come a casa.

Il libro racconta in particolare di una cena che cambierà le vite di tutti i protagonisti.

Attraverso le parole di una voce narrante che si scopre essere una persona molto vicina ai quattro amici, riviviamo gli anni dell’adolescenza, le preoccupazioni, le tensioni, le inquietudini e purtroppo la sofferenza che ognuno di loro si porta dietro come un bagaglio a volte troppo pesante.

Vicende che hanno inevitabilmente segnato anche la loro vita da adulti.

La cena diventa come una sorta di terapia di gruppo dove ognuno si apre con l’altro e comprende non solo i propri errori ma anche come fare per rimediare ad essi.

Ognuno di loro molla la presa e lascia cadere giù il muro che ha costruito nei confronti degli altri.

Ho apprezzato molto la prosa che mi è risultata fin da subito elegante e quasi solenne ma non pretenziosa. C’è una grandissima indagine dell’animo umano, ogni personaggio è diverso, complesso e l’autrice scava a fondo dentro ognuno di loro. Ne scaturiscono quindi tantissimi spunti di riflessione per il lettore, il quale si rivede inevitabilmente soprattutto nelle tantissime domande che i protagonisti si pongono, nelle loro fragilità e nella loro sincera imperfezione.

Brava Cosima e grazie alla casaeditrice BookaBook per avermi dato la possibilità di conoscere questa storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...