“Storia di una capinera” Giovanni Verga

《Marianna mia, cerca un conforto per me, Aiutami! Anche tu mi abbandoni! Sono sola, sono triste, sono infelice! Prega Iddio che mi faccia presto ritornare alla mia tranquilla e modesta esistenza, e che nel silenzio di quei corridoi si estingua il soffio tempestoso che viene dal mondo a turbare la sbigottita anima mia. Ti ho scritto con gli occhi velati di lacrime; non so nemmeno quello che ho scritto. Perdonami ed amami, ché ho molto bisogno di essere amata.》

Dopo Tess, pensavo di aver toccato livelli di tristezza insuperabili, ma Verga mi ha smentita con la storia triste, assolutamente struggente di Maria.

In Storia di una capinera la protagonista é una ragazza costretta alla vita monacale dalla cattiveria, dalle usanze della società in cui viveva. Una donna costretta all’infelicitá, che soffre perché la sua anima vorrebbe vivere, amare e sentirsi amata.

La lettura non è stata semplice proprio per il dispiacere per Maria e la volontà di schiaffeggiare a sangue tutti quelli che intorno a lei non hanno fatto altro che farla stare male.

Egoisti e stupidi!

Primo libro di Verga, ne sono rimasta affascinata ma allo stesso tempo turbata.

Non so cosa succederà in futuro, ma al momento con lui mi fermo.

8 pensieri su ““Storia di una capinera” Giovanni Verga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...